Log-In

La direttiva 2006/126/CE dispone che tutte le patenti di guida rilasciate dagli Stati membri siano riconosciute reciprocamente dai medesimi. Il principio del riconoscimento reciproco dovrebbe essere applicato anche alle patenti di guida rilasciate prima della data di applicazione del principio stesso.

Il principio del riconoscimento reciproco delle patenti di guida implica il pieno riconoscimento di tutte le abilitazioni concesse al titolare della patente conformemente alle disposizioni nazionali in vigore al momento del rilascio.

La direttiva 2006/126/CE dispone che gli Stati membri definiscano le equivalenze tra le categorie di patenti di guida rilasciate prima dell'attuazione di tale direttiva e le categorie di cui all'articolo 4 della stessa. Tali equivalenze dovrebbero essere approvate dalla Commissione in forma giuridicamente vincolante.

Con la Decisione 2016/1945 del 14 ottobre 2016, la Commissione Europea ha approvato le nuove tabelle relative alle equivalenze tra le categorie di patenti di guida rilasciate negli Stati membri anteriormente all'attuazione della direttiva 2006/126/CE e sulle categorie armonizzate di patenti di guida definite all'articolo 4 della medesima direttiva, come indicato nell'allegato della decisione.

Nel dettaglio è stato ribadito:

§  le categorie di patenti di guida rilasciate prima dell'attuazione della direttiva 2006/126/CE abilitano il titolare alla guida di veicoli delle categorie corrispondenti descritte nell'allegato alla presente decisione, senza sostituzione della patente;

§  quando una patente di guida è sostituita con una patente di guida modello UE, descritto nell'allegato I della direttiva 2006/126/CE, viene concessa l'abilitazione equivalente, come indicato nell'allegato della citata decisione.

Gestione CQC

Con l'entrata in vigore del decreto legislativo n. 286/2005 che ha recepito la direttiva 2003/59, i conducenti professionali devono conseguire obbligatoriamente la CQC a partire:

1) dal 10.09.2008 per gli autisti professionali che guidano autobus, minibus, scuolabus per i quali era obbligatoria la patente di categoria D nonchè il certificato di abilitazione professionale di tipo KD;

2) dal 10.09.2009 per gli autisti professionali che conducono autoveicoli adibiti al trasporto merci per i quali è necessario la patente di categoria C + CE.

La CQC è rilasciata:

1) ai conducenti residenti in Italia che svolgono attività di autotrasporto di persone o di cose;

2) ai conducenti cittadini di stati extra UE, che svolgono la loro attività alle dipendenze di un'impresa di autotrasporto di persone o di cose stabilite sul territorio italiano.

La CQC non è prevista per i conducenti che si trovano alla guida:

a) dei veicoli la cui velocità massina autorizzata con supera i 45km/h;

b) veicoli utilizzati per lezioni di guida ai fini del conseguimento della patente o dei CAP;

c) dei vecioli ad uso delle forse armate, protezione civile, pompieri e delle forze responsabili dell'ordine pubblico;

d) dei veicoli sottoposti a prove su strada (riparazione, manutenzione, veicoli nuovi o trasformati non ancora immessi in circolazione);

e) dei veicoli utilizzati in servizio di emergenza;

f) dei veicoli utilizzati per il trasporto di passeggeri o di merci ai fini privati e non commerciali;

g) dei veicoli che trasportano materiale o attrezzature, utilizzati dal conducente nell'esercizio della propria attività, a condizione che la guida del veicolo non costituisca l'attività principale del conducente.

Per quanto riguarda le due ultime esenzioni (f,g) va detto che la deroga non si applica nel caso in cui il conducente del veicolo risulti assunto alle dipendenze di una impresa con la qualifica di autista.

Negli altri stati membri in cui non è stato previsto il rilascio della predetta CQC sulla patente viene riportato il codice armonizzato 95.

Coloro che sono titolari di patente italiana o di patente extracomunitaria della categoria:

a) C, C+E rilasciate prima del 09/09/2009 (per il trasporto di cose);

b) D, D+E rilasciate prima del 09/09/2008 (per il trasporto di persone)

hanno la possibilità di conseguire per documentazione (ovvero senza esami) la CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE necessaria per la guida degli autocarri di massa complessiva superiore a 3,5 ton e autobus superiori a 9 posti.

Il termine ultimo per richiedere il rilascio della CQC per documentazione é la data del:

a) 09/09/2013 se la CQC richiesta abilita al trasporto di persone;

b) 09/09/2014 se la CQC richiesta abilita al trasporto di cose

La CQC ha una validità di 5 anni decorrenti dalle date in cui si è reso obbligatorio il conseguimento della stessa (per categoria D, D+E scadenza 09/09/2013, per categoria C,C+E scadenza 09/09/2014).

Il rinnovo consiste in 35 ore di corso di formazione periodica da definire.

Anche per i conducenti professionali è stata prevista l'applicazione dello stesso meccanismo vigente per la patente a punti con decorrenza dal 05/04/2008.

I conducenti titolari della CQC hanno avuto l'attribuzione dei 20 punti previsti. Tale punteggio sarà incrementato di ulteriori due punti in assenza, per il periodo di due anni, di violazioni alle norme di comportamento che determinano la decurtazione del punteggio.

In tal caso potrai rivolgerti a noi per ottenere il rilascio per documentazione della CQC, sia per trasporto cose che per trasporto persone e in più vi diamo la possibilità di decidere se ottenere di diritto anche il CAP di tipo KB necessario per condurre taxi o autovetture in NCC.