Log-In

La direttiva 2006/126/CE dispone che tutte le patenti di guida rilasciate dagli Stati membri siano riconosciute reciprocamente dai medesimi. Il principio del riconoscimento reciproco dovrebbe essere applicato anche alle patenti di guida rilasciate prima della data di applicazione del principio stesso.

Il principio del riconoscimento reciproco delle patenti di guida implica il pieno riconoscimento di tutte le abilitazioni concesse al titolare della patente conformemente alle disposizioni nazionali in vigore al momento del rilascio.

La direttiva 2006/126/CE dispone che gli Stati membri definiscano le equivalenze tra le categorie di patenti di guida rilasciate prima dell'attuazione di tale direttiva e le categorie di cui all'articolo 4 della stessa. Tali equivalenze dovrebbero essere approvate dalla Commissione in forma giuridicamente vincolante.

Con la Decisione 2016/1945 del 14 ottobre 2016, la Commissione Europea ha approvato le nuove tabelle relative alle equivalenze tra le categorie di patenti di guida rilasciate negli Stati membri anteriormente all'attuazione della direttiva 2006/126/CE e sulle categorie armonizzate di patenti di guida definite all'articolo 4 della medesima direttiva, come indicato nell'allegato della decisione.

Nel dettaglio è stato ribadito:

§  le categorie di patenti di guida rilasciate prima dell'attuazione della direttiva 2006/126/CE abilitano il titolare alla guida di veicoli delle categorie corrispondenti descritte nell'allegato alla presente decisione, senza sostituzione della patente;

§  quando una patente di guida è sostituita con una patente di guida modello UE, descritto nell'allegato I della direttiva 2006/126/CE, viene concessa l'abilitazione equivalente, come indicato nell'allegato della citata decisione.

Gestione Cronotachigrafi

Ai sensi dell'articolo 2 del Reg. 3821/85 i veicoli immatricolati in un paese membro della UE o SEE hanno l'obbligo di installare il dispositivo di controllo omologato ovvero per i veicoli di nuova immatricolazione a decorrere dal 01/05/2006 il Tachigrafo Digitale.

L'obbligo riguarda il trasporto su strada di:

a) merci effettuato con veicoli di massa complessiva superiore a 3,5 ton, compresi di eventuali rimorchi o semirimorchi;

b) di passeggeri effettuato da veicoli che in base al loro tipo di contruzione e attrezzatua sono atti a trasportare più di 9 persone compreso il conducente.

Le disposizioni relative all'installazione ed al rispetto dei tempi di guida, pausa e riposo non si applica ai trasporti stradali effettuati a mezzo di:

a) veicoli adibiti al trasporto di passeggeri in servizio regolare di linea il cui percorso non supera i 50km ( da capolinea a capolinea)

b) veicoli la cui velocità massima autorizzata non supera i 40 km/h;

c) veicoli di proprietà delle forze armate, protezione civile e vigili del fuoco;

d) veicoli utilizzati in operazioni di emergenza;

e) veicoli adibiti ad usi medici;

f) veicoli immatricolati ad uso SPECIALE, non adibiti al trasporto di cose, che operano entro un raggio di 100km dalla propria Sede o Base Operativa;

g) veicoli sottoposti a collaudi, riparazione, manutenzione o veicoli nuovi o trasformati non ancora messi in circolazione;

h) veicolo e combinazione di veicoli di massa massima ammissibile non superiore a 7,5 ton adibiti a trasporto NON commerciale di merci;

i) veicoli commerciali che rientrano nella categoria dei veicoli storici utilizzati per il trasporto non commerciale di passeggeri o di merci.

Tutti i Tachigrafi analogici e/o digitali devono essere revisionati e tarati ogni due anni così come stabilito dal regolamento 3821/85. L'attestato di avvenuto controllo biennale dovrà essere esibito in occasione della revisione periodica prevista dall'art.80 del Codice della Strada.

Sia il datore di lavoro che il conducente hanno l'obbligo di assicurarsi del buon fuonzionamento del Tachigrafo e del limitatore di velocità se previsto.

Si rammenta che per i veicoli nuovi la taratura del tachigrafo deve avvenire non oltre 15 giorni dall'immatricolazione.

I tachigrafi digitali sono tarati sull'ora UTC e pertanto rispetto all'ora solare segnano un'ora in meno nel periodo di ora solare e due ore in meno durante l'ora legale.

Presso di noi potrai gestire tutti gli adempimenti amministrativi e legali disposti dalla normativa vigente in materia sociale nel settore dei trasporti su strada nonchè le scadenze relative al parco veicolare della tua azienda.

Inoltre, potrai visualizzare e scaricare tutti i dati legati agli automezzi in modo da consentirti di effettuare una verifica costante sull'attività ed orario di lavoro effettuato da ciascun tuo autista.

Sarai in grado di consultare la normativa ed i documenti relativi alle casistiche ed argomenti relativi alla tua attività. Ti sarà possibile consultare i nostri esperti per sottoporre quesiti o chiedere supporto sia sugli argomenti normativi che per consulenza sulle eventuali problematiche legate alla corretta applicazione della normativa.