Log-In

La direttiva 2006/126/CE dispone che tutte le patenti di guida rilasciate dagli Stati membri siano riconosciute reciprocamente dai medesimi. Il principio del riconoscimento reciproco dovrebbe essere applicato anche alle patenti di guida rilasciate prima della data di applicazione del principio stesso.

Il principio del riconoscimento reciproco delle patenti di guida implica il pieno riconoscimento di tutte le abilitazioni concesse al titolare della patente conformemente alle disposizioni nazionali in vigore al momento del rilascio.

La direttiva 2006/126/CE dispone che gli Stati membri definiscano le equivalenze tra le categorie di patenti di guida rilasciate prima dell'attuazione di tale direttiva e le categorie di cui all'articolo 4 della stessa. Tali equivalenze dovrebbero essere approvate dalla Commissione in forma giuridicamente vincolante.

Con la Decisione 2016/1945 del 14 ottobre 2016, la Commissione Europea ha approvato le nuove tabelle relative alle equivalenze tra le categorie di patenti di guida rilasciate negli Stati membri anteriormente all'attuazione della direttiva 2006/126/CE e sulle categorie armonizzate di patenti di guida definite all'articolo 4 della medesima direttiva, come indicato nell'allegato della decisione.

Nel dettaglio è stato ribadito:

§  le categorie di patenti di guida rilasciate prima dell'attuazione della direttiva 2006/126/CE abilitano il titolare alla guida di veicoli delle categorie corrispondenti descritte nell'allegato alla presente decisione, senza sostituzione della patente;

§  quando una patente di guida è sostituita con una patente di guida modello UE, descritto nell'allegato I della direttiva 2006/126/CE, viene concessa l'abilitazione equivalente, come indicato nell'allegato della citata decisione.

Gestione autorizzazioni per veicoli e trasporti eccezionali

Ai sensi dell'art. 10 del Codice della Strada i veicoli eccezionali, i trasporti in condizioni di eccezionalità, i mezzi d'opera, le macchine agricole ed operatrici eccezionali per circolare su strada devono essere autorizzati.

La specifica autorizzazione per la circolazione viene rilasciata dall'ente proprietario o concessionario per le autostrade, per le strade statali dall'ANAS, per le altre strade dalla Regione, Provincia o Comune.

L'autorizzazione è rilasciata o volta per volta o per più transiti o per determinati periodi di tempo nei limiti della massa massima tecnicamente ammissibile. Può essere concessa solo quando sia compatibile con la conservazione delle strutture stradali, con la stabilità dei manufatti e con la sicurezza della circolazione.

Nel regolamento del Codice della Strada sono stabilite le modalità per il rilascio delle autorizzazioni per l'esecuzione dei trasporti eccezzionali, ivi comprese le eventuali tolleranze l'ammontare dell'indennizzo nel caso di trasporti eccezionali per massa.

L'efficacia dell'autorizzazione è subordinata sempre al pieno rispetto, durante il transito, degli obblighi e delle limitazioni localmente imposti e risultanti dalla segnaletica stradale.

Il titolare dell'autorizzazione ha l'obbligo di accertarsi, prima dell'inizio di ciascun viaggio, della percorribilità delle strade o tratti di strada oggetto dell'autorizzazione.

Il Ns. Studio è in grado di assisterti nelle richieste di rilascio delle autorizzazioni per il transito sulle strade dell'intero territorio nazionale compreso le isole.

Siamo inoltre in grado di inoltrare con procedura telematica la richiesta di rilascio dell'autorizzazione.

Sarai costantemente informato sulla percorribilità delle strade oggetto dell'autorizzazione.

Per avere ogni tipo di informazione o chiarimento potrai contattarci direttamente chiedendoci anche l'eventuale preventivo.