Log-In

La direttiva 2006/126/CE dispone che tutte le patenti di guida rilasciate dagli Stati membri siano riconosciute reciprocamente dai medesimi. Il principio del riconoscimento reciproco dovrebbe essere applicato anche alle patenti di guida rilasciate prima della data di applicazione del principio stesso.

Il principio del riconoscimento reciproco delle patenti di guida implica il pieno riconoscimento di tutte le abilitazioni concesse al titolare della patente conformemente alle disposizioni nazionali in vigore al momento del rilascio.

La direttiva 2006/126/CE dispone che gli Stati membri definiscano le equivalenze tra le categorie di patenti di guida rilasciate prima dell'attuazione di tale direttiva e le categorie di cui all'articolo 4 della stessa. Tali equivalenze dovrebbero essere approvate dalla Commissione in forma giuridicamente vincolante.

Con la Decisione 2016/1945 del 14 ottobre 2016, la Commissione Europea ha approvato le nuove tabelle relative alle equivalenze tra le categorie di patenti di guida rilasciate negli Stati membri anteriormente all'attuazione della direttiva 2006/126/CE e sulle categorie armonizzate di patenti di guida definite all'articolo 4 della medesima direttiva, come indicato nell'allegato della decisione.

Nel dettaglio è stato ribadito:

§  le categorie di patenti di guida rilasciate prima dell'attuazione della direttiva 2006/126/CE abilitano il titolare alla guida di veicoli delle categorie corrispondenti descritte nell'allegato alla presente decisione, senza sostituzione della patente;

§  quando una patente di guida è sostituita con una patente di guida modello UE, descritto nell'allegato I della direttiva 2006/126/CE, viene concessa l'abilitazione equivalente, come indicato nell'allegato della citata decisione.

Immatricolazione macchine agricole

Le macchine agricole semoventi ad almeno due assi atte alla trazione, concepite per tirare, spingere, portare prodotti agricoli, le macchine agricole operatrici a due o più assi predisposte per l'applicazione di speciale apparecchiatura per l'esecuzione di operazioni agricole ed i rimorchi agricoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 1,5 ton per circolare su strada sono soggette all'immatricolazione e rilascio di carta di circolazione.

Sono invece soggette al rilascio di certificato di idoneità tecnica alla circolazione le macchine operatrici agricole ad un asse, le macchine agricole operatrici trainate ed i rimorchi agricoli di massa non superiore a 1,5 ton.

Per le macchine agricole operatrici trainate ed i rimorchi di massa complessiva inferiore a 1,5 ton per i quali il previgente Codice della Strada non prevedeva documenti di circolazione a seguito, dell'emanazione del D.M. n.586 del 1996 ha disposto che per tali macchine, se già in circolazione alla data del 06 maggio 1997 è sufficiente una dichiarazione datata e firmata dal proprietario.

L'attestazione dovrà riportare la fabbrica, tipo e numero di telaio ed indicare che l'immissione in circolazione è avvenuta in vigenza del precedente Codice della Strada ovvero entro la data del  06 maggio 1997.

I soggetti che possono ottenere l'immatricolazione e l'intestazione delle predette macchine agricole sono quelli qualificati, previa iscrizione nel Registro delle Imprese, come Azienda Agricola o forestale ovvero di impresa che effettua lavorazioni agro-meccaniche o locazione di maccine agricole nonchè a nome di enti e consorzi pubblici.

Con nota del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti prot. nr. 23828 datata 10 agosto 2011 ha precisato che i produttori agricoli esentati dall'obbligo di iscrizione nel registro delle imprese, ovvero gli imprenditori agricoli con un volume d'affari inferiore ai 5164,00 euro, possono richiedere l'intestazione di macchine agricole sulla base di una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà attestante la titolarità di imprese agricole.

Su tali soggetti grava solo l'obbligo di richiedere o di mantenere la PARTITA IVA con l'indicazione del relativo numero.

Il Ns. Studio è in grado di compiere ogni operazione relativa alla immatricolazione e rilascio della targa, reimmatricolazioni per smarrimento, furto o distruzione della targa, duplicato della carta di circolazione o del certificato di idoneità tecnica a seguito dello smarrimento, furto, distruzione, passaggi di proprietà nonchè trasferimento di sede ovvero di residenza dell'intestatario.

Inoltre siamo in grado di indirizzare l'utente nel compiere i necessari aggiornementi presso il registro delle imprese.